IMMACOLATA CONCEZIONE

FESTA

Casa S. Maria

8 Dicembre

Celebrazione della Novena (29 Novembre - 7 Dicembre) ore 20.30 in santuario

IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

NOVENA

Novena a Maria che scioglie i nodi

 

IMMACOLATA.mp3

 

Primi Vespri

 

X O Dio, vieni a salvarmi.

R. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria. Amen. Alleluia.

 

Inno

Ave, o stella del mare, madre gloriosa di Dio,

vergine sempre, Maria, porta felice del cielo.

 

L'Ave del messo celeste reca l'annunzio di Dio,

muta la sorte di Eva, dona al mondo la pace.

 

Spezza i legami agli oppressi, rendi la luce ai ciechi,

scaccia da noi ogni male, chiedi per noi ogni bene.

 

Mòstrati Madre per tutti, offri la nostra preghiera,

Cristo l'accolga benigno, lui che si è fatto tuo Figlio.

 

Vergine santa fra tutte, dolce regina del cielo,

rendi innocenti i tuoi figli, umili e puri di cuore.

 

Dònaci giorni di pace, veglia sul nostro cammino,

fà che vediamo il tuo Figlio, pieni di gioia nel cielo.

 

Lode all'altissimo Padre, gloria al Cristo Signore,

salga allo Spirito Santo, l'inno di fede e di amore. Amen.

 

1a Antifona

Porrò inimicizia tra te e la donna, tra la tua e la sua discendenza.

 

SALMO 112

Lodate, servi del Signore *,

lodate il nome del Signore.

Sia benedetto il nome del Signore *,

ora e sempre.

Dal sorgere del sole al suo tramonto *

sia lodato il nome del Signore.

Su tutti i popoli eccelso è il Signore *,

più alta dei cieli è la sua gloria.

 

Chi è pari al Signore nostro Dio che siede nell'alto *

e si china a guardare nei cieli e sulla terra?

 

Solleva l'indigente dalla polvere *,

dall'immondizia rialza il povero,

per farlo sedere tra i principi *,

tra i principi del suo popolo.

 

Fa abitare la sterile nella sua casa *

quale madre gioiosa di figli.

Gloria.

 

1a Antifona

Porrò inimicizia tra te e la donna, tra la tua e la sua discendenza.

 

2a Antifona

Il Signore mi ha rivestita di salvezza, mi ha avvolta con un manto di giustizia.

 

SALMO 147

Glorifica il Signore, Gerusalemme *,

loda, Sion, il tuo Dio.

Perché ha rinforzato le sbarre delle tue porte *,

in mezzo a te ha benedetto i tuoi figli.

 

Egli ha messo pace nei tuoi confini *

e ti sazia con fior di frumento.

Manda sulla terra la sua parola *,

il suo messaggio corre veloce.

Fa scendere la neve come lana *,

come polvere sparge la brina.

Getta come briciole la grandine *,

di fronte al suo gelo chi resiste?

 

Manda una sua parola ed ecco si scioglie *,

fa soffiare il vento e scorrono le acque.

Annunzia a Giacobbe la sua parola *,

le sue leggi e i suoi decreti a Israele.

 

Così non ha fatto † con nessun altro popolo *,

non ha manifestato ad altri i suoi precetti.

Gloria.

 

2a Antifona

Il Signore mi ha rivestita di salvezza, mi ha avvolta con un manto di giustizia.

 

3a Antifona

Ave, Maria, piena di grazia, il Signore e con te.

 

CANTICO Ef 1, 3-10

Benedetto sia Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, *

che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei cieli, in Cristo.

 

In lui ci ha scelti *

prima della creazione del mondo,

per trovarci, al suo cospetto, *

santi e immacolati nell'amore.

 

Ci ha predestinati *

a essere suoi figli adottivi

per opera di Gesù Cristo, *

secondo il beneplacito del suo volere,

 

a lode e gloria della sua grazia, *

che ci ha dato nel suo Figlio diletto.

In lui abbiamo la redenzione mediante il suo sangue,

la remissione dei peccati secondo la ricchezza della sua grazia.

 

Dio l'ha abbondantemente riversata su di noi con ogni sapienza e intelligenza, *

poiché egli ci ha fatto conoscere il mistero del suo volere,

 

il disegno di ricapitolare in Cristo tutte le cose, *

quelle del cielo come quelle della terra.

Nella sua benevolenza lo aveva in lui prestabilito *

 per realizzarlo nella pienezza dei tempi.

Gloria.

 

3a Antifona

Ave, Maria, piena di grazia, il Signore e con te.

 

LETTURA BREVE Rm 8, 29-30

Quelli che Dio da sempre ha conosciuto li ha anche predestinati ad essere conformi all'immagine del Figlio suo, perché egli sia il primogenito tra molti fratelli; quelli poi che ha predestinati li ha anche chiamati; quelli che ha chiamati li ha anche giustificati; quelli che ha giustificati li ha anche glorificati.

 

Responsorio

R. Ti esalto, Signore: tu mi hai liberata.

Ti esalto, Signore: tu mi hai liberata.

V. Non hai lasciato esultare il nemico:

tu mi hai liberata.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

Ti esalto, Signore: tu mi hai liberata.

 

Antifona al Magnificat

Tutti i secoli mi diranno beata: l'Onnipotente ha fatto in me grandi cose, alleluia.

 

MAGNIFICAT (Lc 1, 46-55)

 L'anima mia magnifica il Signore *

e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

 

perché ha guardato l'umiltà della sua serva. *

D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

 

Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente *

e Santo è il suo nome:

 

di generazione in generazione la sua misericordia *

si stende su quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio,*

ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

 

ha rovesciato i potenti dai troni, *

ha innalzato gli umili;

 

ha ricolmato di beni gli affamati, *

ha rimandato i ricchi a mani vuote.

 

Ha soccorso Israele, suo servo, *

ricordandosi della sua misericordia,

 

come aveva promesso ai nostri padri, *

ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

Gloria.

 

Antifona al Magnificat

Tutti i secoli mi diranno beata: l'Onnipotente ha fatto in me grandi cose, alleluia.

 

Intercessioni

Riuniti nella preghiera di lode, glorifichiamo Dio, Padre onnipotente, che ci ha dato in Maria un pegno sicuro di consolazione e di speranza. Diciamo con fiducia: Maria, piena di grazia, interceda per noi.

 

O Dio, operatore di prodigi, che hai concesso alla santa Vergine Maria di condividere, nell'anima e nel corpo, la gloria del Cristo risorto,

- guidaci alla gloria immortale.

 

Tu, che ci hai dato Maria per madre, concedi per sua intercessione la salute ai malati, il conforto agli afflitti, il perdono ai peccatori,

- dona a tutti pace e salvezza.

 

Tu, che hai reso piena di grazia la Vergine Maria,

- allietaci con l'abbondanza dei doni del tuo Spirito.

 

Fa' che la tua Chiesa sia un cuor solo e un'anima sola.

- Donaci di perseverare unanimi nella preghiera con Maria, madre di Gesù.

 

Tu, che hai incoronato Maria regina del cielo,

- fa' che i nostri fratelli defunti godano la gioia eterna nell'assemblea dei santi.

 

Padre nostro

Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male.

 

Orazione

O Dio, che nell'immacolata Concezione della Vergine hai preparato una degna dimora per il tuo Figlio, e in previsione della morte di lui l'hai preservata da ogni macchia di peccato, concedi anche a noi, per sua intercessione, di venire incontro a te in santità e purezza di spirito. Per il nostro Signore.

Amen.

 

CANTO: Immacolata

 

Immacolata, Vergine bella,

di nostra vita Tu sei la stella.

Tra le tempeste, deh guida il core

di chi T'invoca Madre d'amore.

 

Siam peccatori, ma figli Tuoi,

Immacolata, prega per noi.

 

Tu che nel cielo siedi regina,
a noi pietosa lo sguardo inchina.
Pel divin Figlio che stringi al petto,
deh, non privarci del Tuo affetto.

 

Siam peccatori, ma figli Tuoi,

Immacolata, prega per noi.

 

La tua preghiera è onnipotente,

innanzi al trono di Dio clemente:

sotto il tuo scettro Iddio s'inchina,

deh, non sdegnarci, o gran Regina.

 

Siam peccatori, ma figli Tuoi,

Immacolata, prega per noi.

 

Nel fier conflitto d'aspra tenzone,
Tu sola, e Dio, fughi aquilone,
Tu sola basti contro ogni armata,
Vergine bella Immacolata.

 

IMMACOLATA VERGINE BELLA.mp3

spartito musicale in pdf

 

  Do       Fa  Do   Fa Do
Immacolata, Vergine bella,
   Sol        Fa          Do
di nostra vita Tu sei la stella.
Do        Fa    Do   Sol       Do
Fra le tempeste, Tu guida il cuore
Sol              Sol7      Do
di chi ti chiama stella d'amore.

     Do   Fa      Sol    Do    Lam
     Siam peccatori, ma figli tuoi:
     Rem   Sol    Fa      Do
     Immacolata prega per noi. (bis)

 

 

PREGHIERE DI NOVENA 

 

Vergine immacolata, figlia prediletta del Padre, promessa aurora di pace all’umanità decaduta, che per singolare privilegio fosti preservata dal peccato originale, ottieni anche a noi di stare sempre lontano dalle seduzioni del maligno, e di seguire con amorosa fedeltà le ispirazioni della grazia nella pratica generosa degli ideali evangelici.

Ave Maria..,

S. O Maria, concepita senza peccato,

P. pregate per noi che ricorriamo a voi.

 

Vergine immacolata, paradiso dell’incarnazione, che fosti salutata « la piena di grazia », e nella fragranza del tuo mistero verginale desti al mondo il Figlio di Dio perchè portasse l’umanità peccatrice alla sua primitiva innocenza, suscita nei nostri cuori l’ansia di una purezza illibata, e fa splendere sulle anime nostre un riflesso del tuo celestiale candore.

Ave Maria..,

S. O Maria, concepita senza peccato,

P.  pregate per noi che ricorriamo a voi.

 

Vergine immacolata, tempio purissimo dello Spirito Santo, il gaudio che proviamo nel contemplare i tuoi trionfi è velato di tristezza per il contegno di tanti figli ingrati che offendono il tuo Gesù. Perdona loro, o buona e tenera Madre. Con tutto il nostro affetto di figli e il nostro zelo di umili riparatori, noi vogliamo impedire il dilagare del male nel mondo. E tu, o Vergine riparatrice, ottienici un aumento di fervore nella nostra vocazione, e insegnaci l’arte di amare e consolare il Cuore di Gesù.

Ave Maria..,

S. O Maria, concepita senza peccato,

P. pregate per noi che ricorriamo a voi.

 

S. La tua immacolata Concezione, o Vergine Madre di Dio.

P.  Ricolmò di gioia tutto il mondo.

 

Preghiamo. 

O Dio, che hai preparato una degna abitazione al tuo Figlio con l’immacolata Concezione della Vergine: ti supplichiamo, per sua intercessione, di concedere anche a noi di giungere a te purificati, come, per la previsione della morte del tuo medesimo Figlio, preservasti lei da ogni macchia. Per il medesimo Cristo nostro Signore. Amen

 

S. Il Signore sia con voi.

P. E con il tuo spirito.

 

Benedizione solenne

 

Dio onnipotente, che ci dona la gioia di celebrare la novena dell’Immacolata Concezione, vi riempia di gioia nella celebrazione di questa festa.

Amen.

Vi conceda la grazia di meditare nei vostri cuori la Parola e di proclamarla con la vostra vita per essere nel mondo un immagine viva di Maria.

Amen.

Vi conduca alla santità perché purificati da ogni colpa come figli fedeli di Maria, arriviate quanto prima dopo la vostra morte alla piena comunione con i santi nella gloria.

Amen.

E la benedizione di Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo, discenda su di voi, e con voi rimanga sempre.

Amen.

Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.

 

AVE, O STELLA DEL MARE
 

Ave, o stella del mare,
madre gloriosa di Dio,
vergine sempre, Maria,
porta felice del cielo.

L'«Ave» del messo celeste
reca l'annunzio di Dio,
muta la sorte di Eva,
dona al mondo la pace
.

Spezza i legami agli oppressi,
rendi la luce ai ciechi
scaccia da noi ogni male
chiedi per noi ogni bene.

Mostrati madre per tutti,
offri la nostra preghiera
Cristo l'accolga benigno,
lui che si è fatto tuo Figlio.

Vergine santa fra tutte,
dolce regina dei cielo,
rendi innocenti i tuoi figli,
umili e puri di cuore.

Donaci giorni di pace,
veglia sul nostro cammino,
fa che vediamo il tuo Figlio
pieni di gioia nel cielo.

Lode all'altissimo Padre,
gloria al Cristo Signore,
salga allo Spirito Santo
l'inno di fede e di amore. Amen

L'INNO AKATHISTOS
 


PARTE NARRATIVA


1. Il più eccelso degli Angeli fu mandato dal Cielo
per dir "Ave" alla Madre di Dio.
Al suo incorporeo saluto
vedendoti in Lei fatto uomo,
Signore,
in estasi stette,
acclamando la Madre così:

Ave, per Te la gioia risplende;
Ave, per Te il dolore s'estingue.
Ave, salvezza di Adamo caduto;
Ave, riscatto del pianto di Eva.
Ave, Tu vetta sublime a umano intelletto;
Ave, Tu abisso profondo agli occhi degli Angeli.
Ave, in Te fu elevato il trono del Re;
Ave, Tu porti Colui che il tutto sostiene.
Ave, o stella che il Sole precorri;
Ave, o grembo del Dio che s'incarna.
Ave, per Te si rinnova il creato;
Ave, per Te il Creatore è bambino.
Ave, Sposa non sposata!
 

2. Ben sapeva Maria
d'esser Vergine sacra e così a Gabriele diceva:
«Il tuo singolare messaggio
all'anima mia incomprensibile appare:
da grembo di vergine
un parto predici, esclamando:
Alleluia!»
 
3. Desiderava la Vergine
di capire il mistero
e al nunzio divino chiedeva:
«Potrà il verginale mio seno
mai dare alla luce un bambino?
Dimmelo!»
E Quegli riverente
acclamandola disse così:

Ave, Tu guida al superno consiglio;
Ave, Tu prova d'arcano mistero.
Ave, Tu il primo prodigio di Cristo;
Ave, compendio di sue verità.
Ave, o scala celeste
che scese l'Eterno;
Ave, o ponte che porti gli uomini al cielo.
Ave, dai cori degli Angeli cantato portento;
Ave, dall'orde dei dèmoni esecrato flagello.
Ave, la Luce ineffabile hai dato;
Ave, Tu il «modo» a nessuno hai svelato.
Ave, la scienza dei dotti trascendi;
Ave, al cuor dei credenti risplendi.
Ave, Sposa non sposata!
 
4. La Virtù dell'Altissimo
adombrò e rese Madre
la Vergine ignara di nozze:
quel seno, fecondo dall'alto,
divenne qual campo ubertoso per tutti,
che vogliono coglier salvezza 
cantando così:
A
lleluia!

5.
Con in grembo il Signore
premurosa Maria
ascese e parlò a Elisabetta.
Il piccolo in seno alla madre
sentì il verginale saluto,
esultò,
e balzando di gioia
cantava alla Madre di Dio:

Ave, o tralcio di santo Germoglio;
Ave, o ramo di Frutto illibato.
Ave, coltivi il divino Cultore;
Ave, dai vita all'Autor della vita.
Ave, Tu campo che frutti ricchissime grazie;
Ave, Tu mensa che porti pienezza di doni.
Ave, un pascolo ameno Tu fai germogliare;
Ave, un pronto rifugio prepari ai fedeli.
Ave, di suppliche incenso gradito;
Ave, perdono soave del mondo.
Ave, clemenza di Dio verso l'uomo;
Ave, fiducia dell'uomo con Dio.
Ave, Sposa non sposata!
 
6. Con il cuore in tumulto 
fra pensieri contrari
il savio Giuseppe ondeggiava:
tutt'ora mirandoti intatta 
sospetta segreti sponsali, o illibata!
Quando Madre ti seppe
da Spirito Santo, esclamò:
Alleluia!
 
7. I pastori sentirono 
i concerti degli Angeli 
al Cristo disceso tra noi. 
Correndo a vedere il Pastore, 
lo mirano come agnellino innocente 
nutrirsi alla Vergine in seno, 
cui innalzano il canto: 

Ave, o Madre all'Agnello Pastore,
Ave, o recinto di gregge fedele.
Ave, difendi da fiere maligne,
Ave, Tu apri le porte del cielo.
Ave, per Te con la terra esultano i cieli,
Ave, per Te con i cieli tripudia la terra.
Ave, Tu sei degli Apostoli la voce perenne,
Ave, dei Martiri sei l'indomito ardire.
Ave, sostegno possente di fede,
Ave, vessillo splendente di grazia.
Ave, per Te fu spogliato l'inferno,
Ave, per Te ci vestimmo di gloria.
Ave, Vergine e Sposa!

 
8. O
sservando la stella
che guidava all'Eterno, 
ne seguirono i Magi il fulgore. 
Fu loro sicura lucerna 
andando a cercare il Possente, 
il Signore. 
Al Dio irraggiungibile giunti, 
l'acclaman beati: 
Alleluia!
 
9. C
ontemplarono i Magi 
sulle braccia materne 
l'Artefice sommo dell'uomo. 
Sapendo ch'Egli era il Signore 
pur sotto l'aspetto di servo, 
premurosi gli porsero i doni, 
dicendo alla Madre beata:

Ave, o Madre dell'Astro perenne,
Ave, o aurora di mistico giorno.
Ave, fucine d'errori Tu spegni,
Ave, splendendo conduci al Dio vero.
Ave, l'odioso tiranno sbalzasti dal trono,
Ave, Tu il Cristo ci doni clemente Signore.
Ave, sei Tu che riscatti dai riti crudeli,
Ave, sei Tu che ci salvi dall'opre di fuoco.
Ave, Tu il culto distruggi del fuoco,
Ave, Tu estingui la fiamma dei vizi.
Ave, Tu guida di scienza ai credenti,
Ave, Tu gioia di tutte le genti.
Ave, Vergine e Sposa!
 
10. Banditori di Dio 
diventarono i Magi 
sulla via del ritorno. 
Compirono il tuo vaticinio 
e Te predicavano, o Cristo, 
a tutti, noncuranti d'Erode, 
lo stolto, incapace a cantare:

A
lleluia!
 
11. Irradiando all'Egitto 
lo splendore del vero, 
dell'errore scacciasti la tenebra: 
ché gli idoli allora, o Signore, 
fiaccati da forza divina caddero; 
e gli uomini, salvi, 
acclamavan la Madre di Dio:

Ave, riscossa del genere umano,
Ave, disfatta del regno d'inferno.
Ave, Tu inganno ed errore calpesti,
Ave, degl'idoli sveli la frode.
Ave, Tu mare che inghiotti il gran Faraone,
Ave, Tu roccia che effondi le Acque di Vita.
Ave, colonna di fuoco che guidi nel buio,
Ave, riparo del mondo più ampio che nube.
Ave, datrice di manna celeste,
Ave, ministra di sante delizie.
Ave, Tu mistica terra promessa,
Ave, sorgente di latte e di miele.
Ave, Vergine e Sposa!
 
12. Stava già per lasciare 
questo mondo fallace 
Simeone, ispirato vegliardo. 
Qual pargolo a lui fosti dato, 
ma in Te riconobbe il Signore perfetto, 
e ammirando stupito 
l'eterna sapienza esclamò:

A
lleluia!



PARTE TEMATICA


13. Di natura le leggi 
innovò il Creatore, 
apparendo tra noi, suoi figlioli: 
fiorito da grembo di Vergine, 
lo serba qual era da sempre, inviolato: 
e noi che ammiriamo il prodigio 
cantiamo alla Santa:

Ave, o fiore di vita illibata,
Ave, corona di casto contegno.
Ave, Tu mostri la sorte futura,
Ave, Tu sveli la vita degli Angeli.
Ave, magnifica pianta che nutri i fedeli,
Ave, bell'albero ombroso che tutti ripari.
Ave, Tu in grembo portasti la Guida agli erranti,
Ave, Tu desti alla luce Chi affranca gli schiavi.
Ave, Tu supplica al Giudice giusto,
Ave, perdono per tutti i traviati.
Ave, Tu veste ai nudati di grazia,
Ave, Amore che vinci ogni brama.
Ave, Vergine e Sposa!

 
14. Tale parto ammirando, 
ci stacchiamo dal mondo 
e al cielo volgiamo la mente. 
Apparve per questo fra noi, 
in umili umane sembianze l'Altissimo, 
per condurre alla vetta 
coloro che lieti lo acclamano: 

A
lleluia!
 
15. Era tutto qui in terra, 
e di sé tutti i cieli 
riempiva il Dio Verbo infinito: 
non già uno scambio di luoghi, 
ma un dolce abbassarsi di Dio verso l'uomo 
fu nascer da Vergine, 
Madre che tutti acclamiamo:

Ave, Tu sede di Dio, l'Infinito,
Ave, Tu porta di sacro mistero.
Ave, dottrina insicura per gli empi,
Ave, dei pii certissimo vanto.
Ave, o trono più santo del trono cherubico,
Ave, o seggio più bello del seggio serafico.
Ave, o tu che congiungi opposte grandezze,
Ave, Tu che sei in una e Vergine e Madre.
Ave, per Te fu rimessa la colpa,
Ave, per Te il paradiso fu aperto.
Ave, o chiave del regno di Cristo,
Ave, speranza di eterni tesori.
Ave, Vergine e Sposa!
 
16. Si stupirono gli Angeli 
per l'evento sublime 
della tua Incarnazione divina: 
ché il Dio inaccessibile a tutti 
vedevano fatto accessibile, uomo, 
dimorare fra noi 
e da ognuno sentirsi acclamare:
Alleluia!
 
17. Gli oratori brillanti 
come pesci son muti 
per Te, Genitrice di Dio: 
del tutto incapaci di dire 
il modo in cui Vergine e Madre Tu sei. 
Ma noi che ammiriamo il mistero 
cantiamo con fede:

Ave, sacrario d'eterna Sapienza,
Ave, tesoro di sua Provvidenza.
Ave, Tu i dotti riveli ignoranti,
Ave, Tu ai retori imponi il silenzio.
Ave, per Te sono stolti sottili dottori,
Ave, per Te vengon meno autori di miti.
Ave, di tutti i sofisti disgreghi le trame,
Ave, Tu dei Pescatori riempi le reti.
Ave, ci innalzi da fonda ignoranza,
Ave, per tutti sei faro di scienza.
Ave, Tu barca di chi ama salvarsi,
Ave, Tu porto a chi salpa alla Vita.
Ave, Vergine e Sposa!
 
18. Per salvare il creato, 
il Signore del mondo, 
volentieri discese quaggiù. 
Qual Dio era nostro Pastore, 
ma volle apparire tra noi come Agnello: 
con l'umano attraeva gli umani, 
qual Dio l'acclamiamo: 

A
lleluia!
 
19. Tu difesa di vergini, 
Madre Vergine sei, 
e di quanti ricorrono a Te: 
che tale ti fece il Signore 
di tutta la terra e del cielo, o illibata, 
abitando il tuo grembo 
e invitando noi tutti a cantare:

Ave, colonna di sacra purezza,
Ave, Tu porta d'eterna salvezza.
Ave, inizio di nuova progenie,
Ave, datrice di beni divini.
Ave, Tu vita hai ridato ai nati nell'onta,
Ave, hai reso saggezza ai privi di senno.
Ave, o Tu che annientasti il gran seduttore,
Ave, o Tu che dei casti ci doni l'autore.
Ave, Tu grembo di nozze divine,
Ave, che unisci i fedeli al Signore.
Ave, di vergini alma nutrice,
Ave, che l'anime porti allo Sposo.
Ave, Vergine e Sposa!
  

20. Cede invero ogni canto 
che presuma eguagliare 
le tue innumerevoli grazie. 
Se pure ti offrissimo inni 
per quanti granelli di sabbia, Signore, 
mai pari saremmo ai tuoi doni 
che desti a chi canta: 

A
lleluia!
 
21. Come fiaccola ardente 
per che giace nell'ombre 
contempliamo la Vergine santa, 
che accese la luce divina 
e guida alla scienza di Dio tutti, 
splendendo alle menti 
e da ognuno è lodata col canto:

Ave, o raggio di Sole divino,
Ave, o fascio di Luce perenne.
Ave, rischiari qual lampo le menti,
Ave, qual tuono i nemici spaventi.
Ave, per noi sei la fonte dei sacri Misteri,
Ave, Tu sei la sorgente dell'Acque abbondanti.
Ave, in Te raffiguri l'antica piscina,
Ave, le macchie detergi dei nostri peccati.
Ave, o fonte che l'anime mondi,
Ave, o coppa che versi letizia.
Ave, o fragranza del crisma di Cristo,
Ave, Tu vita del sacro banchetto.
Ave, Vergine e Sposa!
 
22. Condonare volendo 
ogni debito antico, 
fra noi, il Redentore dell'uomo 
discese e abitò di persona: 
fra noi che avevamo perduto la grazia. 
Distrusse lo scritto del debito, 
e tutti l'acclamano:

A
lleluia!
 
23. Inneggiando al tuo parto 
l'universo ti canta 
qual tempio vivente, o Regina! 
Ponendo in tuo grembo dimora 
Chi tutto in sua mano contiene, il Signore, 
tutta santa ti fece e gloriosa 
e ci insegna a lodarti:

Ave, o «tenda» del Verbo di Dio,
Ave, più grande del «Santo dei Santi».
Ave, Tu «Arca» da Spirito aurata,
Ave, «tesoro» inesausto di vita.
Ave, diadema prezioso dei santi sovrani,
Ave, dei pii sacerdoti Tu nobile vanto.
Ave, Tu sei per la Chiesa qual torre possente,
Ave, Tu sei per l'Impero qual forte muraglia.
Ave, per Te innalziamo trofei,
Ave, per Te cadon vinti i nemici.
Ave, Tu farmaco delle mie membra,
Ave, salvezza dell'anima mia.
Ave, Vergine e Sposa!
 
24. Grande ed inclita Madre,
Genitrice del sommo fra i Santi,
Santissimo Verbo,
or degnati accogliere il canto!
Preservaci da ogni sventura, tutti!
Dal castigo che incombe
Tu libera noi che gridiamo:

A
lleluia!

 

Tota pulchra

Tota pulchra es, Maria.
Tota pulchra es, Maria.

Et macula originalis non est in Te.
Et macula originalis non est in Te.

Tu gloria Ierusalem.
Tu laetitia Israel.

Tu honorificentia populi nostri.
Tu advocata peccatorum.

O Maria, o Maria.
Virgo prudentissima.

Mater clementissima.
Ora pro nobis.

Intercede pro nobis.
Ad Dominum Iesum Christum.

Traduzione:

Tutta bella sei, Maria,
e il peccato originale
non è in te.
Tu sei la gloria di Gerusalemme,
tu letizia d’Israele,
tu onore del nostro popolo,
tu avvocata dei peccatori.

O Maria! O Maria!
Vergine prudentissima,
Madre clementissima,
prega per noi,
intercedi per noi
presso il Signore Gesù Cristo.

 

 

 

 

Antifone della Beata Vergine Maria

 

O santa Madre del Redentore,

porta dei cieli, stella del mare,

soccorri il tuo popolo

che anela a risorgere.

Tu che accogliendo

il saluto dell'angelo,

nello stupore di tutto il creato,

hai generato il tuo Creatore,

madre sempre vergine,

pietà di noi peccatori.

 

Ave, regina dei cieli,

ave, signora degli angeli;

porta e radice di salvezza,

rechi nel mondo la luce.

Godi, Vergine gloriosa,

bella fra tutte le donne;

salve, o tutta santa,

prega per noi Cristo Signore.

 

Sotto la tua protezione

cerchiamo rifugio,

santa Madre di Dio:

non disprezzare le suppliche

di noi che siamo nella prova,

e liberaci da ogni pericolo,

o Vergine gloriosa e benedetta

 

 

"O MARIA, STELLA DEL MARE"
S. ANTONIO DA PADOVA
(1195-1231)
O Maria, Stella del mare
ti preghiamo, brilla su noi
sbattuti dalle tempeste
di questo mondo
e guidaci in porto sicuro.
O Maria , Porta del cielo,
nel momento del nostro
addio alla terra, difendici,
guidaci al Signore:
per te, che sei
la Porta del Cielo,
potremo entrare
nelle regioni eterne dove
splende sereno il giorno che
più non volgerà al tramonto.
Amen.

A MARIA SANTISSIMA
(S. BERNARDO)
Ricordati, o pietosissima Vergine Maria,
Madre di misericordia,
che non si è mai udito al mondo che alcuno, ricorrendo alla tua protezione,
implorando il tuo aiuto,
chiedendo il tuo patrocinio,
sia rimasto abbandonato.
Sorretto da tale confidenza, ricorro a te, o Madre di misericordia, Vergine delle vergini.
A te vengo e con le lacrime agli occhi,
reo di mille peccati,
mi prostro ai tuoi piedi a domandare pietà.
O Madre del Verbo,
non disprezzare le mie suppliche,
ma benigna ascoltami ed esaudiscimi.
Amen.
 

MADRE DEI SOFFERENTI

Ti prego per i miei cari malati, ti supplico
di dare ad essi molte grazie per la loro salute
e per il loro bene spirituale.

Ti offro la loro sofferenza
e ti chiedo, per essi,
il coraggio di sopportarla.

Vengo a presentarti tutte le loro pene morali,
le angosce del loro cuore;
vengo a chiederti per essi
pietà e soccorso.

Ti affido le loro preoccupazioni, i loro timori;
fa' sentire ad essi la tua presenza,
la tua sollecitudine,
fonte di fiducia e di pace.

Il conforto che le mie cure e la mia carità
non sono riuscite a dare loro,
vorrei ottenerlo
con la mia preghiera.

Nella mia umile supplica vorrei mettere anche
tutto il mio ardore, tutta la mia volontà
di rendere più felici coloro che soffrono.

Fa' che questa preghiera ti esprima
il mio dono più profondo,
affinché sia più largamente esaudita
a beneficio dei miei malati.
 

VERGINE DELLA NOTTE
(Mons. Antonio Bello)

Santa Maria, Vergine della notte,
Noi t 'imploriamo di starci vicino
quando incombe il dolore,
irrompe la prova,
sibila il vento della disperazione,
e sovrastano sulla nostra esistenza
il cielo nero degli affanni,
o il freddo delle delusioni
o l 'ala severa della morte.

Liberaci dai brividi delle tenebre.

Nell 'ora del nostro calvario,
Tu, che hai sperimentato l 'eclissi del sole,
stendi il tuo manto su di noi,
sicchè, fasciati dal tuo respiro,
ci sia più sopportabile
la lunga attesa della libertà.
Alleggerisci con carezze di Madre
la sofferenza dei malati.

Riempi di presenze amiche e discrete
il tempo amaro di chi è solo.
Spegni i focolai di nostalgia
nel cuore dei naviganti,
e offri loro la spalla,
perchè vi poggino il capo.

Preserva da ogni male i nostri cari
che faticano in terre lontane e conforta,
col baleno struggente degli occhi,
chi ha perso la fiducia nella vita.

Ripeti ancora oggi
la canzone del Magnificat,
e annuncia straripamenti di giustizia
a tutti gli oppressi della terra.

Non ci lasciare soli nella notte
a salmodiare le nostre paure.
Anzi, se nei momenti dell 'oscurità
ti metterai vicino a noi
e ci sussurrerai che anche Tu,

Vergine dell 'Avvento,
stai aspettando la luce,
le sorgenti del pianto
si disseccheranno sul nostro volto.

E sveglieremo insieme l'aurora.

Così sia.
 

 

ATTO DI CONSACRAZIONE AL CUORE IMMACOLATO DI MARIA

O Maria, Vergine potente e Madre di misericordia,

Regina del cielo e rifugio dei peccatori

noi ci consacriamo interamente al Tuo Cuore Immacolato.
Ti consacriamo tutto il nostro essere e tutta la nostra vita;

tutto ciò che siamo, tutto ciò che abbiamo, tutto ciò che amiamo.

A Te, consacriamo le nostre famiglie e la nostra casa.

Proteggici e difendici dai pericoli che attentano alla nostra vita,

come un giorno hai protetto e difeso i nostri cari e Casa S. Maria

dai pericoli della guerra e dai bombardamenti.

A te, Cuore Immacolato di Maria,

affidiamo tutti coloro che ti venerano in questo santuario.

Ti promettiamo di mettere tutto nel nostro cuore

al servizio del tuo culto benedetto, per affrettare ed assicurare,

per mezzo del regno del Tuo Cuore Immacolato,

il Regno del Cuore di Gesù.
Cuore Immacolato di Maria prega per noi. Amen.

 

 

Preghiera alla Beata vergine Maria

O Madre della pietà e della misericordia, beatissima Vergine Maria, mi rivolgo a te con tutto il cuore e l’affetto, io misero e indegno peccatore e supplico la tua pietà affinché, come assistesti il tuo Figlio pendente dalla croce, così ti degni di assistere clemente anche me e tutti i sacerdoti che qui e in tutta la santa Chiesa oggi offrono il sacrificio: aiutati dalla tua grazia, fa che possiamo offrire un sacrificio degno e accettabile  davanti al cospetto della somma e amante Trinità.

Amen.

O Maria!

Il tuo nome mi sta sulle labbra e nel cuore dal primo avviarsi della mia vita. Dalla mia infanzia ho imparato ad amarti come una madre, ad invocarti nei pericoli, a confidare nella tua intercessione. Tu leggi nel mio animo la brama che ho di scrutare la verità, di praticare la virtù, di essere prudente e giusto, forte e paziente, a tutti fratello.
O Maria! Sostieni il mio proposito di vivere da fedele discepolo di Gesù per edificare la società cristiana ed allietare la santa Chiesa Cattolica.
Te, Madre, saluto mattino e sera; te lungo la strada invoco; da te attendo l’ispirazione e il conforto per coronare i sacri impegni della mia terrena vocazione, dar gloria a Dio, raggiungere l’eterna salvezza.
O Maria! Come te a Betlemme e sul Golgota, anch’io voglio restare sempre accanto a Gesù.
Egli è il Re immortale dei secoli e dei popoli.
Amen.
B. Giovanni XIII


Preghiera di Santa Bernadette
O Maria, custodite Gesù nel mio cuore.
Non più la mia volontà o mia buona Madre,
ma la vostra che è sempre quella di Gesù.
O Maria, mia tenera Madre,
ecco la vostra figlia, che non ne può più.
Vedete i miei bisogni e soprattutto le mie angustie spirituali.

Abbiate pietà di me; fate che io sia un giorno in cielo con voi.
Io farò tutto per il cielo, mia patria.

Là troverò mia Madre in tutto lo splendore della sua gloria;

e con lei godrò della felicità di Gesù medesimo, in una sicurezza perfetta.
 

 S.Teresa del Bambin Gesù

 Io so bene, o Vergine piena di grazia, che a Nazaret tu sei vissuta poveramente, senza chiedere nulla di più.

Né estasi, né miracoli, né altri fatti straordinari abbellirono la tua vita, o Regina degli eletti.

Il numero degli umili, dei piccoli, è assai grande sulla terra:

essi possono alzare gli occhi verso di te senza alcun timore.
Tu sei la Madre incomparabile che cammina con loro per la strada comune, per guidarli al cielo.
O Madre diletta, in questo duro esilio io voglio vivere sempre con te e seguirti ogni giorno.
Tutti i miei timori svaniscono sotto il tuo sguardo materno che mi insegna a piangere e a gioire.


San Bernardo di Chiaravalle
O beata Vergine…,

noi lodiamo la tua verginità, ammiriamo la tua umiltà, ma per noi miseri è assai più amabile la tua misericordia; quella misericordia alla quale ci aggrappiamo con più forza, che spesso ricordiamo, che più insistentemente invochiamo. E' la tua misericordia, infatti, che ha ottenuto la redenzione del mondo e ha impetrato la salvezza a tutti gli uomini…
Per te, o Maria, si riempì il Cielo, si svuotò l'inferno, fu restaurata dalle rovine la celeste Gerusalemme e fu ridata la vita ai poveri mortali in attesa… La tua bontà riveli al mondo la grazia che hai trovato presso Dio: con le tue sante preghiere ottieni il perdono ai peccatori, la guarigione ai malati, la fortezza ai deboli, il conforto agli afflitti, l'aiuto e la liberazione a chi si trova in pericolo… Per tua intercessione, o Vergine clemente, elargisca l'abbondanza delle sue grazie colui che è Figlio tuo, Gesù Cristo, nostro Signore, Dio benedetto sopra ogni cosa per i secoli eterni.
Amen.
 

S. Padre Pio 

 O Maria, Immacolata madre di Dio, con gli angeli in luce e i Santi in letizia, noi ti salutiamo Regina del cielo e della terra e ti invochiamo a regnare su tutte le anime e nei nostri cuori a te consacrati.
Per la Grazia Divina di cui sei la generosa dispensatrice, fa che tutte le menti, conoscano Dio nella verità, tutti i cuori lo amino nella carità, tutte le volontà gli siano soggette nell’umiltà.
E tu, Madre celeste, poni maternamente in ciascuno di noi il tuo trono d’amore, così che da te scaturisca ogni nostra gioia, in te si quieti ogni nostro affanno, per te si elevi, confidente, ogni nostra preghiera.
Affrettati, o potentissima Signora, affrettati a conquistare il mondo nella pace della carità, per lo splendore del tuo diadema e per l’avvento glorioso del Regno universale di Gesù Cristo, tuo Figlio divino, nostro Signore.

S. Francesco d’Assisi
Ti saluto, Signora santa, Regina santissima,
Madre di Dio, Maria, che sei sempre Vergine,
eletta dal santissimo Padre celeste
e da lui, col santissimo Figlio diletto
e con lo Spirito Santo Paraclito, consacrata.
In te fu ed è ogni pienezza di grazia e di bene.
Ti saluto, suo palazzo.
Ti saluto, sua tenda.
Ti saluto, sua casa.
Ti saluto, suo vestimento.
Ti saluto, sua ancella.
Ti saluto, sua Madre.
 

 

TI SALUTO MADRE NOSTRA

Ti saluto, Santa Madre di Dio,
Vergine gloriosa e benedetta!
Ti saluto, Madre della Chiesa,
Santa Maria; Madre nostra!

Tu apri le braccia per accogliere i tuoi figli! Piccoli e grandi, tu li ascolti e li consoli;
tu mostri loro la fonte di ogni pace;
Gesù il frutto del tuo seno.
Io presento al tuo amore di Madre
gli uomini e le donne...
Ti prego per i bambini e i giovani:
che essi avanzino nella vita
guidati dalla fede e dalla speranza,
che aprano il loro cuore
agli inviti del Padrone della messe.
Ti prego per le persone della terza età:
affinché conoscano la pace
e si sappiano amati.
Ti prego per le coppie:
affinché scoprano la bellezza sempre nuova
dell’amore generoso e aperto alla vita.
Ti prego per le famiglie:
affinché vivano la gioia dell’unità
in cui ciascuno dona agli altri
il meglio di se stesso.
Ti prego per i celibi:
affinché scoprano la felicità
nel servire e nel sapersi utili
ai loro fratelli e sorelle.
Ti prego per le persone consacrate:
affinché diano testimonianza,
attraverso il loro impegno,
dell’appello di Cristo
per la costruzione di un mondo nuovo.

Giovanni Paolo II

 

 

 

 

Maria,

Regina del mondo, amaci intensamente.
Ora più che mai ne abbiamo bisogno.
La terra, che tu stessa hai conosciuto,
è piena di tristezza.

Proteggi coloro che, turbati dalle difficoltà o avviliti dalla sofferenza, sono presi da
sfiducia e da disperazione.
A coloro a cui tutto va male, dona conforto; suscita in loro la nostalgia di Dio e la fede nel suo infinito potere di soccorso.
Ama coloro che non sanno farsi amare e che la gente non ama più.
Consola coloro ai quali la morte ha strappato gli ultimi amici e si sentono terribilmente soli.

Abbi pietà delle mamme che piangono i loro bimbi perduti o ribelli e infelici.
Abbi pietà dei genitori che non hanno lavoro e sono nell’impossibilità di dare ai loro bambini pane abbondante e istruzione.
Che la loro umiliazione non li abbatta.

Dona loro coraggio e tenacia nel riprendere giorno per giorno la propria avventura,
nell’attesa di giorni migliori.
Ama coloro ai quali tutto va bene, e che,
illudendosi di avere raggiunto quaggiù
lo scopo della vita, ti hanno dimenticato.

Maria, Regina del mondo,
Madre di tutti noi, donaci speranza, pace e amore. Amen.

 

 

Preghiera per gli ammalati

Ascolta

Radio Christus

la radio che ti fa compagnia

wma    SHOUTcast  mp3  Icecast

 

Casa S. Maria Via Roccabrignola, 1 63078 Pagliare AP
Copyright 2005-2013 Casa S. Maria  -  Tutti i diritti riservati

 Cuore di Gesù

Vivat Cor Jesu Per Cor Mariae