Sono le 9:19:56 di Sabato, 27 Aprile 2019
   
  Home
  Chisiamo
  Santuario
  Radio
  Araldo
  Missioni
  Dehoniani
  Link
  Dehoniani nel mondo
 

Iniziative di Pastorale Giovanile e Vocazionale

della Provincia Meridionale Italiana

dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù

 
   
  Martiri Dehoniani  
 

 

 

 
 

Dehoniani in Madagascar

Regione Madagascar SCJ

IMERIMANDROSO TANANARIVE  -  PARROCHIA NOSTRA SIGNORA DI FATIMA ANDREBA  -  LAC ALAOTRA  TANANARIVE  -  SEMINARIO MAGGIORE DEHONIANO ANTSIRABE ANATSENAVOLO UNIVERSITA' DI ANTSIRABE' MANANJARY FIANARANTSOA -  SEMINARIO AMBATONDRAZAKA - MORAMANGA SORELLA ACQUA CAPPELLE NEI VILLAGGI Fr. FILIPPO

Diocesi di Ambatootrazaka

Anatsenavolo

Antsirabe

Fionarantsoa

Imerimandroso

Andreba

Tananarive Studentato

Nostra Signora di Fatima

Imerimandroso

P. Nicola

P. Giuseppe Potenza

Mons. Gaetano Di Pierro

Il 3 marzo 2018 papa Francesco lo nomina 
vescovo di Farafangana.

Fr. Filippo

Sorella Acqua

Antsirabè

Cappelle nei villaggi

 

Cuore di Gesù

 

Nomina del Direttivo Regionale MAD

 

Il Superiore Generale della Congregazione dei Sacerdoti

del Sacro Cuore di Gesù,
- considerando i risultati della consultazione effettuata nella Regione di Madagascar;
- ottenuto il consenso del Consiglio Generale nella seduta del 29 novembre 2018,
- conforme a n. 123 delle Costituzioni e del Direttorio Generale,

 

nomina il Direttivo della REGIONE MADAGASCAR,


composto come segue:
Superiore regionale: P. Mathieu Yvon (2° trienio)
1° Consigliere: P. Listhonny Kamira Realy Ratsifandirana
2° Consigliere: P. Justin Razafindrakoto
3° Consigliere: P. JRoland Marie-Noël Raveloson
4° Consigliere: P. Norbert Bergson Mahatsipoke

 

Il triennio decorre a partire dal 1° gennaio 2019.

Dato a Roma, dalla Curia Generale, il 6 dicembre 2018.
Il Segretario Generale                Il Superiore Generale

P. Pedro Iglesias Curto, scj        P. Carlos Luis Suárez Codorniú, scj


 

DEHONIANI a MADAGASCAR

Dopo diversi anni di magra, il 16 marzo la Regione Malgascia ha avuto la gioia di vedere consacrati 4 sacerdoti dehoniani e sette diaconi. Il seme lanciato nel lontano novembre 1974 sta dando i suoi frutti,

Eravamo pronti per il Monzabico in aiuto ai padri Losappio e Bulmetti ; eravamo stati anche 5 mesi in Portagallo, Lisbona e Oporto per imparare la lingua portoghese. Erano i tempi quando le diverse nazioni africane cercavano di scrollarsi il peso della colonizzazione e il Monzabico era tra questi. C’era il movimento FRELIMO che conduceva la lotta e la nostra rivista il Regno aveva criticato la posizione del Portogallo. Vi regnava ancora Salazar. Perciò tutti i visti dei missionari dehoniani erano in lista di attesa.

Nel frattempo sorse il progetto sociale Laici Terzo Mondo per il Madagascar. Mons. Vollaro era lieto di accogliere i laici, ma desiderava un sacerdte responsabile del gruppo ; era stato già scottato da altri laici.

Mentre Padre Losappio brigava il visto per Padre Liuzzi Domenico, Padre Pala chiese a me la disponibilità per il Madagascar. Missione il Momzabico, missione il Madagascar, accettai senza nessuna difficoltà. Partenza il 13 novembre 1974.

Da allora con l’aiuto di Dio e la preghiera di Padre Dehon abbiamo fatto un discreto cammino, con pregi e limiti.

Mentre in giugno del 1975 io ritornavo in Italia perchè colpito gravemente dalla malaria, Padre Cuomo, Padre Di Pierro e Fr. Filippo raggiungevano il Madagascar agli inizi di ottobre e insieme a Don Leopoldo Mancini, sacerdote « Fidei Donum » della diocesi Napoli, andavano direttamente ad aprire la nostra prima missione : Imerimandroso.

A me, mentre ero ancora in convalescenza a Tananarive, Padre Serafini aveva scrittp : « Vieni in Italia, ti aggiustiamo e ti rimandiamo di nuovo » e così avvenne. In febbraio del 1976 ero di nuovo in Madagascar e con la prima laica : Rita Grottesi.

Da allora ecco il cammino percorso :

In maggio del 1976, un vescovo del Sud lanciava un S.O.S, chiedendo l’aiuto di due sacerdoti almeno per due anni ; a Imrimandroso eravamo 4 preti e Filippo ; rispondemmo alla domamda di aiuto e Padre Cuomo e don Leopoldo partirono per la diocesi di Manjary a gestire la missione di Antsenavolo. Don Leopoldo dovette quasi subito rientrare a Imerimandroso, perchè non sopportava il caldo umido del Sud-Est. Lo sostituì Padre Gaetano ; così le missioni servite dai Dehoniani divennero due. Il servizio richiesto dal Vescovo era di due anni. Dopo due anni perciò fu lasciata la missione del Sud e fu presa Andreba, lasciata dai Carmelitani. Già nel 1978 altri dehoniani si univano ai primi : Padre Cardillo,Padre Potenza, Padre Marinucci, Fratel Dubla, Diacono Nicolai, poi divenuto Padre Nicolai, Padre Sardini, Padre Bulmetti . Padre Rocco Nigro e anche le comunità aumentarono di numero : Ikalamavony, nel Sud Ovest,servita durante due anni da Padre Cardillo, Tananarive scolasticato, Tananarive parrocchia, Antsirabe Noviziato, Antsirabe università. Nel 1882 arrivarono i primi tre padri dehoniani portoghesi Che presero il Sud : Antsenavolo, Ifanadiana, Ambohimanga Sud, Fianarantsoa, seminario minore. Negli anni novanta cominciarono ad arivvare anche i primi religiosi sacerdoti dehoniani. Il seme piantato nel 1974 cominciava a crescere e diventare un albero. Il 16 marzo di quest’anno le ultime ordinazioni : quattro sacerdoti e sette diaconi.

Situazione attuale : Vi sono 12 comunità dehoniane : la casa regionale, 3 case di formazione : Tananrive scolasticato : teologia e filosofia ; Antsirabe : noviziato e Fianarantsoa, seminario minore. 4 distretti missionari, una chiesa centrale con diverse cappelle nei dintorni, distanti anche 2-3 giorni di cammino : Imerimandroso, Andreba, Ifanadiana e Antsenavolo ; 2 Parrocchie : Notre Dame de Fatima a Tananarive e San Giovanni a Moramanga ; due università : Antsirabe, ben avviata con 1500 universitari e Antsohy iniziata l’anno scorso in collaborazione con il Vescovo di Ambanja e le religiose locali.

Tutto questo grazie al Signore che ha riversato abbondanti grazie, grazie all’intercessione di Padre Dehon e Juan de la Cruz, grazie ai dehoniani italiani e portoghesi che hanno ascoltato l’invito di Padre Dehon :  « Uscite dalla sacrestia » e messo in pratica con alcuni anni di anticipo l’invito di Papa Francesco. « Andate alla periferia » Grazie alle due Provincie : Italiana e Portoghese e ai molti benefattori che ci anno assistito. Ancora grazie al Signore e grazie a quanti ci hanno aiutato e ancora oggi camminano con noi nel servizio missionario. Ad Maiorem Dei gloriam : che tutto per la gloria di Dio e l’estensione del regno del Sacro Cuore di Gesù

p. Nicola Giampietro

 

 

 

 

Settimana per i Dehoniani in Madagascar

L'ultima settimana dello scorso mese di settembre è stata una settimana che la Regione MAD ha dedicato a una riunione, al ritiro spirituale, alla professione dei voti prima dell'invio in missione e alla riorganizzazione interna delle diverse comunità. Quest'anno 2018, come riunione, abbiamo celebrato il capitolo straordinario. Come missione apriremo una nuova comunità ad Antsohihy, località nel nord del Madagascar.

MAD events_09-2018_1

Il Capitolo straordinario si è svolto nel Noviziato "Maison Père Dehon" di Andranobe dal 21 al 30 settembre 2018. Abbiamo cominciato con la celebrazione della festa di San Matteo apostolo ed evangelista lodando Dio con le Lodi mattutine e la messa. Il capitolo è stato aperto ufficialmente alle ore 10,30. I capitolari erano 26 ed era presente anche Padre Leopold Mfouakout, primo consigliere generale, invitato speciale.

Il primo giorno, abbiamo cercato di rivedere il nostro Direttorio Regionale, evidenziando soprattutto i numeri 146 e 147.

Il secondo giorno abbiamo ritoccato la "Ratio Formationis Regionalis. È una ratio ad experimentum scritta nell'anno 2002 per la formazione religiosa dehoniana malgascia. Con il lavoro assiduo della commissione per la formazione, basandosi sui documenti ufficiali della Chiesa e della congregazione, è stato stilato un documento che è diventato la Ratio Formationis Regionalis.

MAD events_09-2018_2

Gli esercizi spirituali annuali. Dopo avere terminato il capitolo straordinario, abbiamo cominciato gli esercizi spirituali predicati da Padre Leopold. Sono durati sei giorni – dal 23 al 28 – come tradizione della regione. La testimonianza e la condivisione del predicatore partiva dal capitolo VI del Vangelo di Giovanni. Il nucleo della predicazione era quello di motivare ciascun religioso nei suoi impegni nella vita religiosa e soprattutto nella vita sacerdotale.

Professione religiosa. il giorno 28 settembre, durante la preghiera serale, sono stati accolti ufficialmente 17 ragazzi. 9 postulanti e 8 novizi. La loro presenza è la speranza per il futuro della nostra regione malgascia.

Il giorno 29, tre confratelli – Rakotoniaina Patrice Eugene, Rafanomezantsoa Bruno e Randrianasolo Clemente – hanno emesso i loro voti di castità, povertà e obbedienza, a cui ha fatto seguito il rinnovo dei voti di tutti i fratelli scolastici.

MAD events_09-2018_3

Invio in missione. Per la nuova missione della regione ad Antsohihy, il consiglio regionale ha dato incarico ai seguenti confratelli: Padre Razafimahefa Yves Francis, come responsabile e amministratore generale dell'università; il diacono Haja Andosoa, come responsabile della segreteria; il fratello Andrianiaina Jean Robert, che coprirà l'incarico di economo della comunità e dell'università.

Quest'anno abbiamo quattro confratelli che faranno lo stage: uno al Noviziato di Antsirabe, uno all'università d'Antsirabe, uno alla comunità parrocchiale di Andreba Gara e uno al seminario minore di Nostra Signora di Fatima Fianarantsoa.

p. Prosper Rakotoson SCJ

MAD events_09-2018_4

 

 

24/09/2018

Madagascar: Per sempre dehoniani

MAD FV-2018_1

Ad Antsirabe (Madagascar) nella giornata di venerdì 14 settembre, due dehoniani hanno fatto la loro professione perpetua nella Congregazione. Sono il fr. Denis Marco Randriamanatena e il fr. Mahenintsoa Rakotomanandafy. La loro professione perpetua è una testimonianza di vita, un desiderio di identificarsi secondo la chiamata di Cristo nella vita religiosa della nostra congregazione.

La celebrazione è stata arricchita con la presenza dei membri della commissione teologica africana, e con il presidente della commissione teologica internazionale, p. Artur Sanecki, che in questo periodo si trovavano in Madagascar per una riunione.

MAD FV-2018_4

In riferimento alla lettura di questo giorno in cui celebriamo la croce gloriosa, il padre superiore regionale afferma che la consacrazione religiosa, per alcuni, è sempre considerata come uno scandalo. Il concetto di vita religiosa vissuta nella povertà, castità e obbedienza rimangono, nel pensiero comune, come una follia per chi non ne capisce il valore e la bellezza, perché secondo tale concetto, l'uomo è stato creato per vivere nella totale libertà di rincorrere tutto ciò che ritiene opportuno e che la ricchezza e la gloria non debbano essere sacrificate nella sua vita, rischiando di perdere tutto.

MAD FV-2018_2

Con la loro professione perpetua, Denis Marco e Mahenintsoa ci invitano a vivere con loro l'oggi di Dio con la sua passione. Ma non possiamo farlo senza ascoltare ogni giorno lo Spirito Santo che ci guida e ci illumina. Questo Spirito di Dio ci rivela il valore inestimabile dell'Amore vissuto in Cristo al servizio dell'umanità.

MAD FV-2018_3

Sabato 15 settembre, pellegrinaggio annuale della diocesi di Antsirabe, hanno fatto anche l'ordinazione diaconale insieme con il fratello Ando. Abbiamo, così, 3 nuovi diaconi nella Regione di Madagascar. Nella nostra preghiera chiediamo che mantengano la loro disponibilità e spirito di servizio nell'impegno pastorale.

P. Prosper Rakotoson SCJ

 

03/03/2018

Nomina del Vescovo di Farafangana (Madagascar)

Il Santo Padre Francesco ha nominato S.E. Mons. Gaetano Di Pierro SCJ, Vescovo della Diocesi di Farafangana (Madagascar), trasferendolo dalla Diocesi di Moramanga.

Photo Dino Scumaci 21 1_18_84

I vescovi dehoniani a Loreto e a Quarticciolo

Vescovi 3_1

Per te, che magari sei entrato per la prima volta nel nostro sito, queste due località ti risultano quanto meno difficili da abbinare. Se la prima richiama un noto centro di spiritualità mariana, la seconda è problematica da individuare. Nell'incontro dei vescovi dehoniani questi due centri sono risultati importanti.

Vescovi 3_2

A Loreto c'è stato il pellegrinaggio per ritornare alle origini della congregazione dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù. I vescovi hanno voluto e desiderato questo pellegrinaggio perché a Loreto p. Dehon, che si era recato per tre volte, ha avuto l'intuizione di fondare la Congregazione. È stata una giornata intensa, segnata dalla preghiera e da una celebrazione viva all'interno della Santa Casa.

Vescovi 3_3

Vescovi 3_4

Il Quarticciolo è un quartiere della periferia di Roma dove i Dehoniani curano la parrocchia dell'Acensione di Gesù Cristo. La periferia è un'espressione cara a papa Francesco, e i vescovi Dehoniani, per la gran parte presenti nelle periferie della Chiesa, hanno incontrato la fede fresca e concreta di una comunità capace di un'accoglienza calorosa.

Vescovi 3_5

Monsignor Gaetano di Pierro, vescovo di Moramanga in Madagascar, ha centrato la sua riflessione sull'amore di un Dio che non si stanca di chiamare ciascuno a una vocazione per il bene di tutti. L'incontro e la preghiera si sono fatti intensi con persone capaci di valorizzare il semplice che si fa bello e positivo.

Vescovi 3_6

Vescovi 3_7

 

 

 

Meraviglioso Madagascar: (2° raccolta di foto di p. Rocco)

Vita Missionaria (p. Rocco) in immagini

 

 
    P. Bernardo Longo              Albania                    Dehoniani nel mondo

Casa S. Maria Via Roccabrignola, 1 63078 Pagliare AP
Copyright 2005-2015 Casa S. Maria  -  Tutti i diritti riservati