SOLIDARIETA' FRA ANIMALI: una balena salva una foca*
 

Sembra una favola di Esopo, invece è un fatto realmente accaduto. Il Signore ci fa godere anche di queste bellissime storie del Suo creato.

Il biologo esperto in fauna selvatica Robert Pitman si trovava in Antartide su una nave oceanografica con altri ricercatori per studiare le orche assassine. Ne scorge un piccolo branco e si mette davanti a tutti per osservare quella che all'inizio sembrava una normale caccia.

Era mattina e una foca di Weddel stava riposando su un banco di ghiaccio. Le alte pinne dorsali nere delle orche si aggirano minacciose intorno al banco. La strategia di gruppo delle predatrici è quella di creare delle onde per far scivolare via la foca dal banco e farla finire dritta dritta nelle loro fauci. Cominciarono così la strategia. Per le orche tutto all'inizio sembrava filare liscio, ma la foca, spaventata, dopo essere caduta in acqua proprio nel punto in cui volevano le orche, nuotò affannosamente verso un grande oggetto non lontano da lì, disposta a salire sopra a qualsiasi cosa potesse metterla al riparo fuori dall'acqua. Infatti le foche di solito hanno l'istinto di saltare a bordo di alcune piccole imbarcazioni nel tentativo di sfuggire alle orche assassine. Però questo grande "guscio" non era una barca, ma una balena, del gruppo delle megattere, che stava osservando l'attività delle orche assassine. Appena la foca disperata le si avvicinò, la megattera si girò improvvisamente di schiena, così da far cadere la foca, in fuga dai suoi assalitori, sul suo petto. Poi l'enorme balena inarcò il dorso per sollevare la creatura indifesa fuori dall'acqua. La foca venne quasi trascinata in mare con l'acqua che usciva dal petto della megattera, ma la balena, con le sue pinne lunghe quasi cinque metri, aiutò la foca a tornare al centro. Le orche assassine avevano fallito, non potevano certo raggiungere la foca ora che si trovava al sicuro, protetta da un'enorme creatura marina.

I ricercatori a bordo della nave erano sorpresi e cominciarono a fare ipotesi sulla protezione della foca da parte della megattera. Ad ogni ipotesi però non si ha sicurezza. Forse il comportamento minaccioso delle orche ha scaturito nella balena un senso di protezione materna che l'ha spinta a proteggere la foca, o forse voleva soltanto essere gentile, per una volta.

Il Signore ci ha regalato questa tenera e bella storia vera che ha dell'incredibile. Un episodio d'amore e di solidarietà dove il buon Padre ci fa "rispecchiare": noi uomini facciamo fatica a volte ad aiutare chi è più debole e indifeso, rimanendo a guardare nell'indifferenza.

LAUDATO SII O MI SIGNORE!!!!!!!!!

                                                                                                                                            Giorgio*

                                 *Nota della redazione: Giorgio è un bambino di 9 anni.

[SOLIDARIETA' FRA ANIMALI: una balena salva una foca*  -  Inserita il 25/06/2011]